Per le domande:
Visitaci: Sremskih Boraca 2E, Beograd, Zemun - Srbija

Astinenza‌ ‌da‌ ‌fentanyl‌ ‌e‌ ‌disintossicazione‌

Un uomo in preda a turbe psicologiche dopo l’astinenza da fentanyl.

13 Settembre, 2021

Ancora più potente dell’eroina, il fentanyl è un farmaco che dà dipendenza e minaccia la vita quando viene usato in modo scorretto. Il fentanyl viene prescritto a coloro che soffrono di dolore grave e può essere somministrato a pazienti che hanno recentemente subito un intervento chirurgico o che sono sottoposti al trattamento del cancro. Il fentanyl può anche essere prescritto a persone che soffrono di dolore cronico ma che hanno sviluppato una tolleranza ad altri antidolorifici oppioidi.

In quanto uno dei più potenti oppioidi sintetici esistenti, il fentanyl ha un alto potenziale di dipendenza ed è responsabile di un numero sproporzionato di morti per overdose. Anche se un paziente assume il fentanyl come prescritto, esiste la possibilità di sviluppare una tolleranza al farmaco, che può portare alla dipendenza se non viene controllata. Come per tutti gli oppioidi, l’astinenza da fentanyl può essere insopportabile e la disintossicazione è spesso fallimentare, se tentata senza l’adeguata assistenza medica.

Questo articolo ti aiuterà a conoscere i sintomi dell’astinenza da fentanyl e quanto durerà l’astinenza. Inoltre, scoprirai un’opzione di trattamento sicura e indolore che può aiutare te o una persona cara a porre fine a questa pericolosa dipendenza dalla droga.

Una confezione di compresse di fentanyl su ricetta.

Possibili effetti collaterali

Anche quando viene assunto come prescritto, il fentanyl può causare una serie di effetti collaterali. Anche se molti di essi scompaiono da soli, dovresti parlare con un medico se gli effetti collaterali sono intensi o se persistono per un lungo periodo di tempo. Questi includono:

  • Nausea e vomito
  • Diarrea o costipazione
  • Sudorazione eccessiva
  • Brividi di freddo
  • Stanchezza o fatica insolita
  • Insonnia
  • Vertigini o stordimento
  • Funzione respiratoria ridotta

Sintomi di astinenza da fentanyl

I sintomi di una crisi di astinenza da fentanyl sono simili ad altri effetti collaterali di astinenza da oppioidi, e vengono spesso paragonati a quelli dell’influenza, anche se generalmente sono più intensi e spiacevoli. Alcuni sintomi di astinenza da fentanyl sono:

  • Brividi
  • Dolori muscolari
  • Naso che cola
  • Sudorazione eccessiva
  • Aumento del battito cardiaco
  • Nausea
  • Diarrea
  • Pelle d’oca
  • Intense voglie di droga

La gravità di questi sintomi di astinenza dipenderà dalla gravità della dipendenza. Se un tossicodipendente ha abusato di grandi quantità di fentanyl per molto tempo, i sintomi saranno più intensi. Coloro che abusano di fentanyl per periodi di tempo prolungati hanno anche maggiori probabilità di sperimentare effetti collaterali mentali negativi a causa dell’alterazione della composizione chimica del cervello.

Quanto dura l’astinenza da fentanyl?

Normalmente, il fentanyl ha un’emivita di circa 3 ore e 40 minuti, il che significa che i sintomi di astinenza possono iniziare circa due o quattro ore dopo l’ultimo utilizzo. Per coloro che usano un cerotto transdermico come Duragesic, ci vorrà più tempo perché la crisi di astinenza inizi, dato che il cerotto è un farmaco a rilascio prolungato. Con un’emivita di 17 ore, gli effetti negativi dell’astinenza inizieranno circa un giorno dopo la rimozione del cerotto.

Se stai smettendo di assumere una forma di fentanyl diversa dal cerotto, l’astinenza probabilmente raggiungerà il picco entro due o quattro giorni e si attenuerà dopo una settimana o dieci giorni. Con il cerotto transdermico, l’astinenza può raggiungere il picco più tardi, perché ci vuole più tempo perché la droga lasci il tuo organismo. Questo significa che i sintomi fisici potrebbero durare per dieci giorni o più. La tempistica di ciascun individuo dipende da fattori come la salute generale, il tempo in cui la droga è stata consumata, e le quantità di fentanyl che una persona ha consumato.

Bisogna notare che superare l’astinenza non è mai così facile come sembra, e i tossicodipendenti spesso falliscono nei loro tentativi di liberarsi del fentanyl da soli a causa dei dolorosi sintomi di astinenza.

Effetti collaterali psicologici dell’astinenza da fentanyl

 Un uomo in preda a turbe psicologiche dopo l’astinenza da fentanyl.

Quando queste manifestazioni fisiche si placano, si può avere una sensazione duratura di malessere. Dopo aver superato l’astinenza acuta, alcune persone possono sperimentare sintomi di astinenza post-acuta per settimane o mesi, mentre il cervello ritorna al suo normale stato pre-dipendenza. Questi effetti collaterali consistono in occasionali disturbi psicologici ed emotivi come irritabilità, depressione, insonnia, ansia e nebbia cerebrale.

Richiedi un consulto online gratuito con un esperto medico per imparare a gestire questi sintomi nel tuo caso o in quello di un tuo caro >>>

Cos’è la disintossicazione da fentanyl e il trattamento dell’astinenza?

Per disintossicarsi dal fentanyl, l’organismo deve essere ripulito dalla droga. Anche se è tecnicamente possibile rimuovere gradualmente la droga dall’organismo in modo sicuro, l’autodisintossicazione graduale spesso fallisce a causa dell’intensità dei sintomi di astinenza.

Un metodo di disintossicazione e di trattamento dell’astinenza è la terapia di sostituzione degli oppioidi. Con questo metodo, vengono usati altri oppioidi come il metadone o la buprenorfina per trattare i sintomi di astinenza, poi il paziente viene lentamente allontanato da questi narcotici. Sfortunatamente, queste sostanze hanno un loro potenziale di dipendenza e possono portare alcune persone a sviluppare una dipendenza da metadone e buprenorfina, la quale può portare a un’altra dipendenza.

La disintossicazione ultra-rapida dagli oppioidi (UROD) è il metodo di disintossicazione più moderno sicuro, efficace e indolore. Questo metodo assicura che il fentanyl sia completamente eliminato dal sistema del paziente, e lo fa rapidamente e senza fastidio, aggirando i sintomi di astinenza peggiori.

Tentare di disintossicarsi dal fentanyl da soli è molto spiacevole e ci sono alte probabilità di ricadute. Per superare l’astinenza da fentanyl in modo sicuro e confortevole, la disintossicazione dovrebbe avere luogo presso una struttura medica specializzata nel trattamento della dipendenza.

Un esperto medico valuta lo stato mentale di una paziente in cura per la dipendenza da fentanyl.

Al fine di evitare dolorosi sintomi di astinenza e prevenire le ricadute, bisognerebbe ricevere il sostegno necessario prendendo parte a un programma di dipendenza da oppiacei. Quando si usano i vecchi metodi di trattamento, il processo di disintossicazione può durare mesi, ma con i piani di trattamento individualizzati e i metodi moderni, si possono ottenere risultati ancora migliori in un arco di tempo molto più breve. Infatti, il trattamento con fentanyl può essere completato in soli 14 giorni, o fino a 21 giorni nei casi più gravi. Un programma di dipendenza da oppiacei ha cinque fasi, descritte di seguito.

Diagnostica

Vengono eseguiti esami medici e test per valutare lo stato fisico e mentale del paziente. Questi test diagnostici aiuteranno gli esperti del trattamento della dipendenza a decidere quale metodo di disintossicazione è più adatto. 

Alcuni di questi esami includono test per le infezioni, analisi del sangue ed ECG per testare le anomalie cardiache. In situazioni più gravi o complicate, possono essere eseguiti diversi esami specializzati per arrivare alla radice del problema.

Disintossicazione

Al fine di rimuovere la sostanza dall’organismo e riportare la composizione chimica del cervello al suo stato precedente alla dipendenza nel modo più rapido e indolore possibile, possono essere utilizzate diverse terapie, tra cui: la terapia Neurojet (N.E.T), che aiuta a normalizzare i livelli di endorfine nel cervello; la farmacoterapia, che aiuta a porre fine agli effetti della droga e può ridurre il dolore; la disintossicazione ultra-rapida dagli oppioidi (UROD), che rimuove la droga dall’organismo mentre si è sotto anestesia.

Fisioterapia

Questo tipo di terapia può includere il massaggio o lo sfregamento dei muscoli, che contribuisce a normalizzare i livelli di dopamina, aumentare il flusso sanguigno ed eliminare le tossine dal corpo.

Blocco farmacologico

Dopo la disintossicazione, possono essere usati farmaci come il Naltrexone. Il Naltrexone funziona attaccandosi ai recettori degli oppioidi nel cervello senza attivarli, il che impedisce di provare gli effetti piacevoli degli oppioidi e di altri narcotici. Poiché il paziente non prova più la sensazione di euforia che deriva dall’uso di fentanyl, si riduce il suo desiderio di assumerlo.

Terapia e supporto ambulatoriale

Tutti i passaggi di cui sopra sono cruciali per il successo del trattamento della dipendenza, ma il supporto e la terapia post-disintossicazione sono importanti anche per il mantenimento della sobrietà di un ex dipendente da oppioidi. Le sessioni con un terapeuta possono aiutare un paziente a gestire i cambiamenti psicologici che derivano dalla dipendenza, e il supporto ambulatoriale è particolarmente importante per coloro che stanno affrontando il blocco farmacologico.

Se tu o un tuo caro soffrite di dipendenza da fentanyl, non esitate a cercare un aiuto professionale.

Permettici di aiutarti a liberarti dal fentanyl una volta per tutte. Richiedi un consulto online gratuito e confidenziale per discutere le opzioni di trattamento e i risultati con un esperto della clinica >>> 

Domande frequenti

Quali sono i sintomi dell’astinenza da fentanyl?

I sintomi possono essere simili a quelli dell’influenza e includono, tra gli altri, naso che cola, sudorazione, dolori muscolari, brividi e problemi gastrointestinali. Oltre alle intense voglie di droga, è probabile che si verifichino manifestazioni psicologiche di astinenza tra cui ansia, depressione e problemi di sonno.

Quanto dura l’astinenza da fentanyl?

Se usi un cerotto transdermico, l’astinenza inizierà probabilmente circa un giorno dopo la sua rimozione e durerà per circa 10 giorni. Per altre tipologie di fentanyl, l’astinenza inizierà nel giro di poche ore dopo l’ultima dose e durerà generalmente per una settimana o più. Questo lasso di tempo può essere notevolmente ridotto partecipando a un programma di dipendenza da oppiacei.

Come faccio a smettere di assumere il fentanyl?

Il modo più sicuro e confortevole per smettere di usare il fentanyl è affrontare un programma di trattamento della dipendenza da oppiacei presso una struttura medica esperta. Le fasi di questo programma includono: diagnostica, disintossicazione, fisioterapia, terapia farmacologica, sessioni con uno psicologo, terapia ambulatoriale e supporto.

Cos’è la disintossicazione ultra-rapida da oppioidi (UROD)?

La UROD è una procedura con anestesia assistita che libera l’organismo dagli oppiacei attraverso la somministrazione di naloxone e naltrexone. Poiché il paziente rimane sotto anestesia per tutta la durata della procedura (che dura da 6 a 8 ore al giorno, spesso per diversi giorni), non sperimenta inutilmente i dolorosi sintomi dell’astinenza.

Pubblicato il 13 Settembre, 2021
Dal team della Clinica Dr Vorobjev

Reti sociali
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiamate subito (WhatsApp)
Call Now Button