Per le domande:
Visitaci: Sremskih Boraca 2E, Beograd, Zemun - Srbija
razmak dr vorobjev

4 Gennaio, 2021

L’eroina è una droga illegale con la reputazione di essere l’inizio di una spirale discendente per i tossicodipendenti che non chiedono aiuto. È una droga oppiacea, quindi appartiene alla stessa classe delle droghe come l’oppio e la morfina. È stata creata dopo l’oppio e la morfina. Nonostante l’intenzione medica della sua creazione, è diventata una droga che crea dipendenza e di cui si abusa.

Non solo il potenziale di dipendenza dell’eroina è molto alto, ma ha anche una serie di gravi effetti sulla salute che la rendono molto pericolosa. Anche se usata per periodi relativamente brevi, può avere conseguenze gravi.

Questo articolo ti spiegherà ciò che devi sapere sulla dipendenza da eroina e sugli effetti che ha sulla salute. Inoltre, ti informerà sul trattamento della dipendenza da eroina e sulla riabilitazione dall’eroina.

Che cos’è la dipendenza da eroina?

La dipendenza da eroina è una dipendenza fisica e/o psicologica dall’eroina. L’eroina è una sostanza altamente dipendente, che rende la dipendenza da essa un problema serio per le persone che ne fanno uso anche solo poche volte.

Un’infografica che mostra informazioni sull'eroina, la sua origine e le sue forme.

Un tossicodipendente ha difficoltà a smettere a causa delle voglie e dei sintomi di astinenza che si manifestano quando smette di consumare eroina. I tossicodipendenti che cercano di smettere di drogarsi hanno una forte tendenza a ricascarci in seguito. Per molti, l’unica soluzione per il trattamento dell’abuso di eroina è il controllo presso un centro professionale per la dipendenza da eroina.

Quali sono i sintomi e i segnali della dipendenza da eroina?

Ci sono alcuni segnali e sintomi di dipendenza da eroina che possono essere osservati in un individuo su cui si hanno sospetti. Molti di questi riguardano gli effetti che la droga ha sull’organismo o gli effetti collaterali del suo uso attraverso particolari vie di somministrazione. I segnali fisici della dipendenza da eroina includono:

  • Pupille ristrette o dilatate
  • Nausea
  • Vomito
  • Prurito
  • Tasso di respirazione ridotto
  • Pelle arrossata
  • Confusione
  • Addormentamenti improvvisi
  • Costipazione 

Ci possono essere anche notevoli cambiamenti nella vita quotidiana e nel comportamento del tossicodipendente. Ciò è dovuto al modo in cui il bisogno di consumare droga frequentemente influenza le sue responsabilità e le sue relazioni. Tra questi ci sono:

  1. Cambiamenti nell’abbigliamento, come per esempio la comparsa di abiti più lunghi per nascondere i segni delle iniezioni.
  2. Cambiamenti nell’igiene personale.
  3. Ritiro sociale e isolamento.
  4. Costante richiesta di denaro.
  5. Cambiamenti di umore e comportamento.
  6. Perdita di peso e trascuratezza di una corretta alimentazione.

Ricevi un consulto gratuito online per te o per un tuo caro per imparare a gestire questi sintomi >>>

Quali sono le cause della dipendenza da eroina?

La dipendenza da eroina deriva dall’azione della dopamina sul cervello. L’eroina è un oppioide e, come le altre droghe della sua classe, si lega a certi recettori nel cervello per causare il rilascio del neurotrasmettitore dopamina, che porta all’euforia. Questo è ciò che conferisce alla droga l’effetto desiderato dai tossicodipendenti.

Tuttavia, man mano che questo uso continua, il cervello non è più in grado di produrre da solo tanta dopamina quanta ne produceva in precedenza. Richiede l’uso della droga per raggiungere livelli di neurotrasmettitore simili a quelli che produceva in precedenza. Quando un tossicodipendente continua ad abusare della droga, la tolleranza aumenta, il che significa che deve usare quantità più elevate per ottenere la stessa sensazione.

La dipendenza da eroina può insorgere in qualsiasi persona se fa uso di droga. Tuttavia, alcuni fattori aumentano il rischio che la dipendenza si verifichi in una persona. Tra questi:

  • Predisposizione genetica alla dipendenza, che può essere valutata attraverso una storia di dipendenza in qualsiasi parente
  • Precedenti episodi di depressione o di ansia
  • Storia della dipendenza o dell’uso di droghe
  • Disoccupazione
  • Esposizione a situazioni in cui dilaga il consumo di droga

Quali sono gli effetti del consumo di eroina?

L’uso frequente di eroina comincerà ad avere effetti dannosi sul corpo. Questi effetti collaterali sottolineano il pericolo di dipendenza da questa droga, poiché molti di essi sono gravi. Questi effetti collaterali possono essere a breve o a lungo termine. 

Effetti collaterali a breve termine del consumo di eroina

Non è necessario che l’abuso di eroina duri a lungo prima che inizi a rappresentare un pericolo. Di seguito sono riportati alcuni degli effetti negativi che possono pienamente derivare dall’uso di eroina:

  • Tasso di respirazione ridotto
  • Frequenza cardiaca ridotta
  • Diminuzione delle funzioni cerebrali, nota anche come nebbia cerebrale
  • Nausea
  • Vomito
  • Sonnolenza
  • Debolezza muscolare e fatica
  • Prurito
  • Perdita di appetito

Effetti collaterali a lungo termine del consumo di eroina

Gli effetti collaterali a lungo termine dell’abuso di eroina derivano dagli effetti tossici dell’eroina dopo anni di utilizzo. Possono anche essere collegati alle vie attraverso cui il tossicodipendente effettua la somministrazione e ai pericoli ad esse associati. Questi includono:

  • Sistema nervoso centrale:
  • Cardiovascolare:
    • Infezione del rivestimento cardiaco e delle valvole
    • Formazione di coaguli di sangue all’interno dei vasi
    • Infezione dei vasi sanguigni
  • Malattie infettive:
    • Epatite B e C
    • AIDS
    • Polmonite
    • Tubercolosi
  • Gastrointestinale:

La condivisione di droga per via endovenosa con altri tossicodipendenti può portare a malattie infettive. Queste includono l’AIDS e l’epatite. Queste malattie possono causare complicazioni come il cancro o l’insufficienza degli organi, che alla fine portano alla morte. Questo dimostra quanto sia importante trattare l’eroina prima che sia troppo tardi.

Aiuto e trattamento della dipendenza da eroina

Poiché l’eroina è una delle sostanze che creano più dipendenza, è quasi impossibile liberarsi della dipendenza da eroina senza assistenza. I sintomi dell’astinenza e le voglie rendono troppo difficile stare lontani dalla droga.

Un eroinomane si prepara ad abusare di eroina nonostante sappia di aver bisogno di cure.

Fortunatamente, sono disponibili programmi di trattamento professionale dell’eroina per fornire un trattamento di qualità ai tossicodipendenti. Un programma di trattamento inizia con la disintossicazione, che è la parte in cui l’eroina deve essere purificata dal corpo. Questo è il momento in cui i sintomi dell’astinenza sono più forti. I farmaci vengono utilizzati per eliminare il disagio del paziente durante questo periodo. Il tasso di successo del recupero dall’eroina è molto più alto con i programmi di riabilitazione da eroina rispetto a quando si combatte la dipendenza da soli.

A seconda dell’entità della dipendenza, la durata del trattamento sarà diversa. Ad esempio, il recupero può richiedere un programma di trattamento per l’eroina di 7 giorni. Tuttavia, per i casi più gravi di dipendenza, i tossicodipendenti possono richiedere un programma di trattamento di 14 giorni.

Dopo la disintossicazione e la gestione dei sintomi di astinenza, il paziente viene sottoposto alla psicoterapia, che mira a invertire i cambiamenti comportamentali e sociali causati dalla dipendenza. Ciò può andare avanti per anni, ma fornisce al tossicodipendente un sistema di supporto per garantirgli a intervalli regolari di essere ancora sulla strada giusta. La riabilitazione dall’eroina serve come base per riportare la vita del tossicodipendente alla normalità.

Fasi del trattamento della dipendenza da eroina

Diagnostica – Questa è la prima e molto importante fase del trattamento. Lo scopo di questa fase è valutare lo stadio di dipendenza, le condizioni fisiche e psichiche del paziente, la presenza di conseguenze dell’uso di narcotici, il grado di motivazione, la criticità nei confronti del proprio comportamento, la conservazione di meccanismi volitivi. Sulla base dei risultati diagnostici, viene deciso un piano di trattamento. Dai risultati diagnostici dipende la durata del trattamento, la scelta della disintossicazione, la correzione psichica, blocco farmacologico, riabilitazione.

Un esame standard include:

  • test per l’epatite B e C, test per l’ HIV
  • analisi del sangue generale
  • analisi del sangue biochimica(valutazione della funzionalità epatica, dei reni, del pancreas)
  • ECG
  • visita da parte del medico internista

Se la diagnosi rivela deviazioni significative nei test, la presenza di un fattore di rischio o se il paziente ha una malattia cronica, il medico specialista determina esami aggiuntivi e prescrive la terapia per le malattie concomitanti. Nella nostra clinica o in accordo con  i nostri partner sono disponibili MRI, EEG, ultrasuoni, radiografia, endoscopia, analisi della concentrazione di farmaci e narcotici, visite dal cardiologo, neurologo, endocrinologo, infettivologo, ecc.

Disintossicazione – durante la procedura della disintossicazione il paziente è in anestesia totale e questo aiuta a renderla rapida e indolore. Tutti i sintomi della crisi d’astinenza saranno ridotti del 90% o scompariranno completamente dopo la prima terapia. Durante il sonno, il corpo del paziente assorbe vitamine, amminoacidi, minerali e altri ingredienti vitali con infusione, così si sveglierà senza sintomi di astinenza: dolore, nervosismo, tremore,  nausea. La cosa più importante è che la parte più grave sarà dietro di lui.

  • UROD – la disintossicazione ultra rapida è un metodo moderno e molto efficace che accelera il processo di disintossicazione del corpo e riduce i sintomi sgradevoli della crisi. Si fa quando non ci sono controindicazioni per questo tipo di disintossicazione. Durante la disintossicazione ultra rapida il paziente si trova sotto l’anestesia 6 – 8 ore al giorno, poi gli vengono somministrati gradualmente antagonisti degli oppioidi, di solito il naloxone o il naltrexone e in questo modo i recettori si liberano da oppiacei. Lo scopo della disintossicazione ultra rapida è superare i sintomi spiacevoli nel sonno perché non si sentono dolori e, dopo il risveglio, la maggior parte della crisi è passata o è stata ridotta in modo significativo. Nel processo della disintossicazione bisogna fare 2 o 3 procedure.
  • N.E.T. – La terapia con Neuro-jet è uno dei metodi utilizzati per influenzare i neuroni nel cervello responsabili della secrezione di endorfine, tramite impulsi speciali. I nostri neuroni producono oppioidi naturali che rappresentano una protezione naturale contro lo stress, il dolore e lo shock. Dai tossicodiependenti questo processo non funziona bene e Neuro jet è un piccolo dispositivo elettronico che normalizza il livello di dopamina e di endorfine nel cervello. La stimolazione è indolore e le uniche sensazioni sono solletici e vibrazioni, mentre la frequenza e l’intensità dell’impulso sono controllate dal computer.
  • Farmacoterapia è una forma di disintossicazione ed elimina i sintomi delle crisi di astinenza e fornisce protezione contro il dolore. Psicostabilizzanti, ipnotici e antidepressivi vengono usati per trattare irritabilità, disforia, sbalzi dell’umore, nervosismo e insonnia. Poiché la nutrizione è spesso disturbata dai tossicodipendenti, vengono somministrati fermenti che favoriscono l’assimilazione di cibo, aminoacidi e vitamine.
  • Terapia transair è una procedura speciale che porta all’armonizzazione della funzione dell’emisfero cerebrale. Porta a una riduzione della tensione mentale nei tossicodipendenti, rimuove il nervosismo, problemi di depressione, normalizza il sonno, l’umore, regola l’appetito e rimuove il desiderio di droga.

Trattamento della dipendenza psichica – è necessario eliminare il desiderio di narcotici a livello subconscio, e quindi viene applicata una terapia dell’informazione. Il paziente in uno stato di sonno medico trascorre alcune ore sotto la stimolazione audiovisiva, che riceve tramite il computer con l’aiuto di cuffie speciali e occhiali che trasmettono segnali ad alta frequenza, perché nello stato di coscienza può succedere un blocco mentale (con i pensieri:“ io non sono un tossicodipendente questo non mi aiuta“), e con questo metodo, le informazioni sotto forma di brevi immagini agiscono a livello subconscio, migliorano il valore e la qualità della percezione. Il risultato finale è l’indifferenza e la formazione di un atteggiamento negativo nei confronti dei narcotici.

 

  • Terapia individuale rappresenta il lavoro individuale di un terapeuta con un paziente durante il quale porge aiuto e supporto psicologico. La terapia aiuta nei vari problemi della vita, depressione, disturbo da stress post-traumatico, comportamenti di dipendenza, disturbi della personalità, traumi psicologici, disagio emotivo e sofferenza.
  • Psicoterapia familiare è un tipo di terapia in cui un terapeuta lavora con tutta la famiglia o con i membri selezionati. La famiglia è un sistema sociale unico che ha le sue regole specifiche per il suo funzionamento. La terapia familiare è un modo di consulenza psicologica che si concentra sulla risoluzione dei problemi nelle relazioni familiari, la rimozione dei conflitti tra i partner e il raggiungimento di un funzionamento armonioso. La dipendenza è una malattia di tutta la famiglia, e non di un individuo, quindi nella clinica il lavoro con la famiglia, cioè con i soci nel trattamento è la cosa più importante.

Fisioterapia – È una combinazione di terapia fisica, terapia medica e massaggio dei tessuti profondi. Il massaggio calma e rilassa il corpo e stimola la regolazione della dopamina del tossicodipendente. Per via del consumo di droga, la dopamina è ridotta dai tossicodipendenti.

Blocco farmacologico – la procedura di trattamento viene completata con un blocco farmacologico somministrato come impianto, di solito Naltrexone. Sotto l’influenza di Naltrexone, i recettori oppiodi dei tossicodipendenti sono bloccati e con l’uso di droga non viene ottenuta l’euforia o esperienze simili e non c’è ritorno agli stupefacenti. La terapia con Naltrexone viene praticata dalle persone che hanno passato la disintossicazione dagli oppiacei. Consigliamo ai nostri pazienti di essere protetti con impianti almeno 12 mesi dopo aver lasciato l’ospedale. Nel prezzo di questo trattamento è incluso un impianto Naltrexone della durata di due mesi e due iniezioni di deposito a un mese

Trattamento ambulatoriale aiuta a salvare i risultati del trattamento e si fa per il periodo di un anno. Ai controlli mensili, le condizioni del paziente vengono controllate e, se necessario, la terapia viene corretta. Il trattamento ambulatoriale della durata di 12 mesi è incluso nel prezzo del trattamento.

Se necessario, offriamo anche il trasporto dei pazienti dall’aeroporto o dalla stazione all’ospedale, è viceverso. Aiutiamo i pazienti stranieri a ricevere un visto se ne hanno bisogno e se hanno un accompagnatore, e anche loro possono rimanere in ospedale.

Come iniziare il trattamento per la dipendenza da eroina?

La dipendenza da eroina può essere devastante. Non solo può essere pericolosa per la salute, ma quando tutto va a rotoli può distruggere la vita di un tossicodipendente e della sua famiglia. È importante curare questa dipendenza prima che si spinga troppo oltre. La riabilitazione per la dipendenza da eroina è il passo giusto da fare. Per iniziare il viaggio verso una vita pura, senza droga, contatta gli specialisti del centro di trattamento delle dipendenze da eroina. L’aiuto per la dipendenza da eroina è vicino a te.

Siamo qui per facilitare il tuo percorso di recupero dalla dipendenza da eroina. Prenota un consulto gratuito online per sapere come iniziare >>>

Pubblicato il 4 Gennaio, 2021

Dal team della Clinica Dr Vorobjev

Condividi questo articolo:

Poslednje sa našeg bloga

Perché le droghe sintetiche sono le più pericolose

Cosa sono le droghe sintetiche e come funzionano?Tipi e nomi di droghe sinteticheKrokodil o oppiaceiMolly o ecstasyCocaina sinteticaSmiles o LSD

Blocco degli oppiacei: Impianti per la dipendenza da oppiacei

Cosa sono gli impianti per la dipendenza da oppiacei e come funzionano?Cos’è la terapia sostitutiva degli oppiacei (oppioidi)?Impianto di naltrexoneImpianto

Astinenza‌ ‌da‌ ‌fentanyl‌ ‌e‌ ‌disintossicazione‌

Possibili effetti collateraliSintomi di astinenza da fentanylQuanto dura l’astinenza da fentanyl?Effetti collaterali psicologici dell’astinenza da fentanylCos’è la disintossicazione da fentanyl

Chiamate subito (WhatsApp)
Call Now Button